Due fondazioni per il Lacor Hospital

La Fondazione Piero e Lucille Corti Onlus di Milano e la Fondation Teasdale-Corti di Montreal (Canada) sono preziosi ponti umanitari verso l'Africa. Il loro scopo statutario è sostenere economicamente e con assistenza tecnico-logistica il St. Mary's Hospital Lacor.

Cosa facciamo

Le fondazioni italiana e canadese provvedono, attraverso la raccolta di fondi, alla copertura dei costi correnti del Lacor Hospital (stipendi, farmaci, materiali monouso, carburante, etc.) e degli investimenti (costruzioni, macchinari medicali, infrastrutture, formazione);

Contribuiscono direttamente, quando necessario, all'acquisto di beni e servizi per conto dell'ospedale;

Promuovono il Lacor Hospital con l'obiettivo di diffondere i suoi valori fondanti e di estendere la rete dei sostenitori che ne seguano le vicende e contribuiscano a rafforzarne il ruolo di polo di sviluppo per l'intera regione del nord Uganda.
 

Il Lacor Hospital

Il St Mary's Hospital Lacor, più conosciuto semplicemente come "Lacor Hospital" è un ospedale privato non a scopo di lucro situato a Gulu, nel nord Uganda.

Fu fondato nel 1959 dai missionari comboniani e sviluppato, a partire dal 1961, da due coniugi: Piero Corti, pediatra italiano, e Lucille Teasdale, una delle prime donne chirurgo canadesi.

I coniugi Corti svilupparono il Lacor con l'obiettivo di offrire il miglior servizio sanitario possibile, al minor costo e per il maggior numero di persone possibile. Questa linea contraddistingue da sempre il Lacor Hospital, che negli anni è cresciuto ed è oggi il primo ospedale privato non-profit dell'Uganda.

Dopo una vita dedicata interamente al "loro" ospedale, Piero e Lucille crearono le due fondazioni in Italia e in Canada per assicurare alla struttura un sostegno duraturo e continuativo. Grazie al supporto delle fondazioni, il Lacor Hospital può garantire, con costanza e senza interruzioni, un servizio sanitario di qualità accessibile a tutti.

Il Lacor Hospital:  

Crea posti lavoro e forma competenze. Oggi, al Lacor lavorano 600 persone tra medici e personale sanitario, tutti ugandesi. L'ospedale è all'avanguardia per la formazione dei professionisti della sanità. Circa 250 studenti residenti studiano ogni anno nelle sue scuole per infermiere, educatori sanitari, tecnici di laboratorio e informatori per l'AIDS. Il Lacor è anche sede di internato per i medici tirocinanti delle facoltà di medicina dell'Uganda e polo universitario per gli studenti dell'unica Facoltà di Medicina del Nord Uganda a Gulu. L'ospedale forma e impiega professionisti anche in ambiti diversi da quello sanitario: giardinieri, carpentieri, esperti di logistica, tecnici, falegnami, elettricisti.  In questo modo, si trasferiscono competenze professionali e capacità di operare nel tempo.
 
Fornisce strumenti di finanziamento etico attraverso una cooperativa di prestito a tasso zero riservata ai dipendenti.
 
Genera indotto economico grazie al consumo generato da tutti i percettori di reddito dell'ospedale in una zona dove meno del 10% della popolazione ha un impiego fisso. Da uno studio dell'Università di NKOZI del 2001/2002 risulta che oltre il 52% del reddito generato dall'ospedale viene re-immesso direttamente nell'economia locale. Per approfondire: Impatto del Lacor Hospital sull'economia locale 
 
Diffonde un'etica lavorativa basata su trasparenza, responsabilità e rifiuto della corruzione.
 
Investire in salute è investire in sviluppo, giustizia e pace. CONTRIBUISCI ANCHE TU
 

La Fondazione Italiana

La Fondazione Piero e Lucille Corti è una ONLUS con sede a Milano, ha il proprio statuto riconosciuto dal Ministero degli Affari Esteri Italiano con DM 7597 del 07/11/95. È iscritta nel registro delle Persone Giuridiche della Prefettura di Milano (al numero d'ordine 491 della pagina 870 del volume terzo). Consiglio di Amministrazione: Dominique Corti (Presidente), Mario Vismara (Vice Presidente),  Piergiuseppe Agostoni, Enrico Citterio, Cristina Corti, Achille Rosa, Donato Greco, Padre Lino Spezia, Mario Valenti, Guido Coggi, Guido Coppadoro, Contardo Vergani, Giovanni Salvini. Collegio dei Revisori: Sergio Vaglieri (Presidente), Federica Ricci, Roberto Moro Visconti. Responsabili sede operativa: Laura Suardi, Chiara Paccaloni.

Scarica la brochure della Fondazione